Distribuzione

3 novembre 2017
Commissione in denaro

Come sopravvivere alle commissioni di Booking sulle cancellazioni delle non rimborsabili

Dal 1° novembre sono cambiate le politiche di Booking.com per le tariffe non rimborsabili. Con un avviso recapitato nell’extranet degli hotel martedì 31 ottobre, il portale ha fatto sapere che d’ora in poi addebiterà la commissione anche sulle penali applicate nel caso in cui il viaggiatore decida di cancellare la sua prenotazione.
4 agosto 2017
Stop parity rate in Italia

Parity Rate abolita in Italia: cosa fare?

L’abolizione della parity rate è legge in Italia. Con il voto finale del Senato sul disegno di legge per la concorrenza, arrivato due giorni fa, la clausola della parità tariffaria è al bando anche nel nostro Paese, dopo due anni e mezzo di iter parlamentare – se vuoi ripercorrere la storia, leggi questo articolo.
16 giugno 2017
Salvadanaio

Quanto ti costano le commissioni alle OTA?

Diminuire le commissioni versate alle OTA: ne vale la pena? Piaccia o meno, i vari Expedia, Booking.com, hotels.com, Travelocity e chi più ne ha più ne metta hanno rivoluzionato l’acquisto dei soggiorni – a questo proposito, ti consigliamo di leggere The Definitive Oral History of Online Travel, di Dennis Schaal.
30 settembre 2016
Gomma per cancellare

Cancellazioni delle prenotazioni: costi, effetti e come ridurle

Quale albergatore può permettersi di lavorare senza le OTA? Se fino a qualche anno fa le cancellazioni delle prenotazioni erano una preoccupazione per molti hotel, ora sembrano diventate un vero e proprio incubo.
2 settembre 2016
Ricco vs povero

OTA vs canale diretto: quali sono le prenotazioni più pregiate?

Ogni tanto, è bene ricordare quanto gli hotel dipendano dalle OTA per ricevere le prenotazioni online. Tutti sappiamo che questi intermediari costano, spesso anche tanto. A volte, però, può accadere un fatto sorprendente.
15 luglio 2016
Bandiera bianca

Hotel vs OTA: puoi vincere la battaglia, non la guerra

“Prenotare diretto!”. È il grido di guerra che ogni giorno riecheggia nelle reception degli hotel, negli uffici delle catene alberghiere e in quelli di molti consulenti di marketing.
27 maggio 2016
Airbnb

Airbnb è legale o illegale?

È la domanda che si fanno un po’ tutti. Per molti, Airbnb ha creato una zona grigia nel mercato delle prenotazioni online. In tutto il mondo, le associazioni degli albergatori sono scese sul piede di guerra. E c’è chi ha parlato di “degenerazioni della sharing economy nel turismo”.
20 maggio 2016

Le cancellazioni delle prenotazioni: ma quanto ti costano?

Molti hotel fanno la cosa giusta: offrono le disponibilità e le tariffe migliori a Booking.com anziché a Expedia. Pochi, tuttavia, considerano le altre variabili in gioco. Per esempio, le cancellazioni e i relativi costi. Non è facile stimare i costi per le cancellazioni. Ma questo non vuol dire che dovrebbero essere ignorati.
13 maggio 2016
Grandi contro piccoli

Come cambia il mercato delle prenotazioni online: Booking, Google e TripAdvisor vanno nella stessa direzione

Ci hai fatto caso? I giganti della vendita online condividono lo stesso obiettivo: monopolizzare tutto il ciclo di vita dei loro clienti, con particolare attenzione per la parte più interessante, e succosa, dal punto di vista della pecunia, vale a dire le prenotazioni.
15 aprile 2016
Pubblicità

Quanto vendono i portali grazie al nome del tuo hotel?

Hai mai cercato il tuo hotel su Google? Se vendi le tue camere su Booking.com o negli altri portali più noti, è quasi certo che fra la pubblicità a pagamento, nei primi risultati, escano gli annunci delle OTA con il nome della tua struttura. Ti sei mai chiesto perché?
1 aprile 2016
Denaro

Come sfruttare le OTA per aumentare le entrate del tuo hotel

I portali di prenotazione sono ottimi canali per la visibilità e il business della tua struttura ricettiva, soprattutto se vuoi vendere le tue camere ai turisti stranieri.
19 febbraio 2016

Arriva Expedia Accelerator: sei disposto a pagare la visibilità del tuo hotel?

Quasi di soppiatto, pochi giorni fa Expedia ha presentato Accelerator Program. Di cosa si tratta? Da oggi, se vuoi che il tuo hotel esca fra i primi risultati di ricerca su Expedia e negli altri portali del gruppo, hai la possibilità di pagare.