Novità e tendenze

16 marzo 2018
HTTPS

Perché il sito del tuo hotel ha bisogno del protocollo HTTPS

Forse, la notizia ti è già arrivata all’orecchio. Google sta spingendo i webmaster verso un Web più sicuro. In soldoni, questo si traduce in una novità: da ottobre 2017, il browser di Google, Chrome, mostra l’etichetta “Non sicuro” per tutti i siti in HTTP che richiedono l’inserimento di dati nelle loro pagine – per esempio nei moduli di richiesta informazioni o di iscrizione alla newsletter.
9 marzo 2018
General Data Protection Regulation (GDPR)

Il tuo hotel è pronto per il GDPR?

Se non ne hai ancora sentito parlare, è bene rimediare subito. Da maggio, in tutti i Paesi dell’Unione Europea, entrerà in vigore una serie di nuove norme per la protezione dei dati sensibili dei cittadini. In questo articolo, vediamo insieme quali conseguenze comporterà questa novità per il sito del tuo hotel e per le tue attività di promozione online.
19 gennaio 2018
Google

Cosa sta succedendo su Google?

Dal cilindro del motore di ricerca sono uscite tante novità negli ultimi mesi. Passo dopo passo, Google perfeziona la ricerca di hotel. A questo servono “Domande e risposte”, il pulsante “Prenota una camera” e i frequenti ritocchi all’interfaccia grafica. Ma all’orizzonte si intravede molto di più…
14 luglio 2017
Gufo

Cos’è successo su TripAdvisor?

I viaggiatori hanno chiesto. E TripAdvisor ha esaudito i loro desideri. Il 93 per cento dei partecipanti alla ricerca TripBarometer 2016 ritiene che il prezzo sia la variabile che più incide sulla decisione di acquisto di un soggiorno.
31 marzo 2017
Giudice

La Turchia ha chiuso Booking.com

La notizia risale a questo mercoledì, 29 marzo: i giudici del tribunale commerciale di Istanbul hanno ordinato la sospensione delle attività di Booking.com in Turchia. Il motivo? “Prevenire la concorrenza sleale”.
13 maggio 2016
Grandi contro piccoli

Come cambia il mercato delle prenotazioni online: Booking, Google e TripAdvisor vanno nella stessa direzione

Ci hai fatto caso? I giganti della vendita online condividono lo stesso obiettivo: monopolizzare tutto il ciclo di vita dei loro clienti, con particolare attenzione per la parte più interessante, e succosa, dal punto di vista della pecunia, vale a dire le prenotazioni.
6 maggio 2016
Chat

Booking.com lancia la sua chat: e tu sei pronto a “chiacchierare” con i tuoi ospiti?

Giusto due giorni fa, Booking.com ha annunciato un nuovo servizio di chat per consentire a milioni di utenti di interagire in modo semplice con gli hotel, prima e dopo il loro soggiorno.
11 marzo 2016
Destinations

Destinations on Google: la novità che (non) cambia la vita agli albergatori, almeno per ora

Con un post nel suo blog ufficiale, martedì 8 marzo Google ha annunciato Destinations. Destinations on Google è il nuovo servizio del motore di ricerca, disponibile su Google.com, per ora solo in lingua inglese, pensato per aiutare i viaggiatori a scoprire le loro prossime mete e pianificare il viaggio e il soggiorno in hotel. Tutto in modo semplice e veloce, dalla ricerca di Google e solo da smartphone – non è disponibile su computer.
27 novembre 2015

Price Check, il widget per il confronto delle tariffe che fa tremare Booking.com?

Booking.com ha ordinato ai suoi hotel affiliati di rimuovere un widget dai loro siti. Di cosa si tratta? Il widget incriminato mostra le tariffe pubblicate su Booking.com insieme a quelle delle altre OTA. In pratica, propone un confronto immediato dei prezzi. E la parity rate trema anche negli Stati Uniti.
24 luglio 2015

Instant Booking di TripAdvisor: adesso sì che si prenota!

Da un giorno all’altro, e prima del report sul fatturato del secondo quadrimestre (23 luglio), TripAdvisor ha cambiato pelle. Il grande salto, da portale di recensioni a portale di prenotazioni, è definitivo. La novità è arrivata nella versione americana del sito del gufo. Tutto lascia immaginare che non dovremo attendere molto per vedere il pulsante “Prenota ora” anche accanto agli hotel italiani inseriti su TripAdvisor.
26 giugno 2015

Airbnb e gli hotel: che la guerra abbia inizio!

La sharing economy cambia abitudini di consumo e manda all’aria modelli di business consolidati da anni. Anche nel mercato alberghiero. Il grande protagonista si chiama Airbnb, il portale di affitto di alloggi privati per soggiorni brevi e lunghi. Forte di una quotazione di 24 miliardi di dollari, la società di San Francisco sta attirando su di sé l’ira degli albergatori di tutto il mondo. Ma hai mai pensato di vendere le tue camere su Airbnb?
24 aprile 2015

Cosa cambia per gli hotel dopo l’accordo sulla parity rate fra Booking.com e le autorità per la concorrenza

Il portale del gruppo Priceline ha raggiunto un’intesa con le autorità per la concorrenza di Italia, Francia e Svezia. Cade la parity rate fra le OTA ma resta intatta quella fra Booking e sito dell’hotel. Cosa cambia per gli albergatori? Come difendersi dallo strapotere dei colossi delle prenotazioni online. Come hanno accolto l’accordo le associazioni degli albergatori? Tutte le risposte in questo articolo.