Tutto quello che devi sapere su Google Hotel Ads

Google Hotel Ads

Inaugurato nel 2010, ma senza ancora il nome odierno e solo su Google Maps, oggi Hotel Ads è disponibile in più di 150 Paesi, nei risultati di ricerca su Google e su Google Maps.

Ne hai sentito parlare ma ne sai poco o nulla? Ti spieghiamo tutto noi.

Cos’è Google Hotel Ads

Hotel Ads è il servizio pubblicitario a pagamento di Google riservato alle strutture ricettive. L’11 luglio, nel suo blog, Google ha annunciato che Hotel Ads entrerà in Google Ads – così si chiama Google AdWords dal 24 luglio.

In pratica, su Google Ads sarà disponibile un nuovo tipo di campagna, chiamata “Hotel” – vedi qui sotto.

Campagne Hotel in Google Ads

Google ha promesso che le campagne Hotel saranno disponibili in Google Ads entro la fine di quest’anno, in versione open beta.

Le campagne Hotel consentono di promuovere prezzi e disponibilità della tua struttura nei risultati di ricerca su Google e su Google Maps.

Hai presente quando cerchi “hotel + località” su Google, per esempio “hotel roma”? Nella pagina dei risultati, vedi sempre un box con una mappa e un elenco con i primi tre hotel – come da immagine qui sotto.

Hotel a Roma su Google

Se clicchi sul nome di un hotel, si apre la sua scheda dettagliata, con tutte le informazioni utili e i prezzi della struttura nei vari portali. Vedi l’indicazione “Annunci” accanto a “Verifica disponibilità”? Questi annunci sono realizzati con le campagne Hotel.

Scheda hotel su Google

Facci caso: trovi questi annunci non solo nella pagina dei risultati di una ricerca generica su Google, come quella appena vista. Per esempio, li vedi comparire anche se cerchi il nome del tuo hotel.

Considera, poi, che gli annunci di campagne Hotel, come già scritto, oltre che nei risultati di ricerca su Google, compaiono pure su Google Maps.

Perché le campagne Hotel funzionano?

Google ha dichiarato che, nei primi sei mesi di quest’anno, il numero di prenotazioni generate con questo tipo di campagne è cresciuto del 65% rispetto allo stesso periodo del 2017. A riprova dell’efficacia di queste inserzioni, esistono diversi casi di successo: per esempio, Superbude Hotel and Hostel ha ottenuto un tasso di conversione del 13% con le campagne su Google Hotel Ads – il caso è disponibile qui (in formato PDF).

Perché le campagne Hotel funzionano? Il motivo è semplice. Se hai mai realizzato una campagna con annunci di testo su Google Ads (ex Google AdWords), la massima resa che potevi ottenere, in termini di informazioni pubblicate su Google, era qualcosa di molto simile a questo:

Annuncio di testo di un hotel su Google

In sostanza, hai a disposizione poche righe di testo per convincere chi legge l’annuncio a cliccare e visitare il sito del tuo hotel: la speranza è che questo primo clic si trasformi, poi, in una vendita diretta. In caso contrario, avrai pagato senza ottenere un ritorno economico immediato.

Con le campagne Hotel, l’esperienza dell’utente è più ricca. In ogni scheda su Google, compaiono:

  • le foto dell’hotel;
  • l’esterno dell’hotel, preso da Street View;
  • la mappa interattiva con la collocazione precisa dell’hotel;
  • le recensioni con le valutazioni in formato stella (da 1 a 5);
  • indirizzo e numero di telefono;
  • il pulsante “Prenota una camera”, che apre una finestra per il confronto dei prezzi (annunci a pagamento);
  • disponibilità e prezzi per le date scelte (annunci a pagamento);
  • una descrizione dettagliata dell’hotel, inclusi i servizi disponibili.

Queste sono le informazioni di cui le persone hanno bisogno prima di scegliere se prenotare o meno il tuo hotel.

In più, considera che gli annunci delle campagne Hotel puntano alle pagine del tuo booking engine: questo vuol dire che l’utente atterra nella tua pagina di vendita, senza passare dal sito del tuo hotel. Con meno passaggi, il percorso di prenotazione è più snello e immediato. Ecco perché le campagne Hotel funzionano.

Perché le campagne Hotel sono importanti

In queste settimane, Google sta eseguendo dei test per migliorare la visibilità degli annunci realizzati con Hotel Ads nei suoi risultati di ricerca, perlomeno su computer. Come ha notato Mirai, sembra che Google stia pensando si spostare i risultati di Hotel Ads sopra agli annunci delle campagne Google Ads (ex Google AdWords). Questo è un esempio:

Nuova pagina di risultati su Google per hotel

Questi esperimenti seguono le altre novità introdotte da Google per gli hotel nei mesi scorsi: ne avevamo parlato in questo articolo.

La strada pare quindi tracciata: Google vuole diventare il più grande metamotore per hotel.

Come iniziare con Google Hotel Ads

Per partire con le campagne Hotel, hai bisogno di due strumenti:

  • la scheda del tuo hotel su Google My Business;
  • il feed di dati.

Vediamo il primo punto. È importante che le informazioni contenute nella scheda business del tuo hotel siano aggiornate. Inserisci le foto migliori che hai a disposizione e compila tutti i campi disponibili. Ricorda che, per gli hotel, Google non permette di inserire e modificare la descrizione – è il testo che compare in “Dettagli hotel” su Google, per intenderci.

Leggi anche: Come creare la pagina business del tuo hotel su Google.

Veniamo al secondo punto. Per semplificare, il feed è un file contenente le disponibilità e i prezzi del tuo hotel sempre aggiornati. Deve essere il tuo booking engine a comunicare a Google queste informazioni: il feed serve appunto a questo. Per generare, modificare e inviare a Google il feed di prezzi e disponibilità, hai bisogno di un partner di integrazione autorizzato Google Hotel Ads – per trovare un partner, visita questa pagina.

Un partner autorizzato, oltre a generare il feed del tuo hotel, può creare e gestire le campagne Hotel per te.

Come funziona Google Hotel Ads

La posizione nei risultati su Google dei tuoi annunci Hotel dipende da più variabili. In primis, dai prezzi caricati nel tuo booking engine e dalle tue offerte nelle campagne Hotel. Giusto per andare sul sicuro, nel tuo booking engine dovresti vendere con prezzi almeno pari a quelli dei vari intermediari: una disparità eccessiva rischia di far deprimere il rendimento delle tue campagne Hotel. Del resto, chi prenoterebbe un soggiorno nel tuo booking engine se sulle OTA costa il 10% in meno?

Per quanto riguarda le offerte impostate nelle tue campagne Hotel, devi sapere che su Hotel Ads puoi scegliere fra due strategie:

  • costo per clic (CPC): pagherai una certa somma, mai superiore alla tua offerta impostata, per ogni clic eseguito dagli utenti sui tuoi annunci pubblicitari. È ovvio che più clic otterrai e più possibilità avrai di generare prenotazioni nel tuo booking engine;
  • costo per acquisizione (CPA): si tratta di un modello a commissione. Versi una certa cifra a Google per ogni prenotazione conclusa nel tuo booking engine. Il vantaggio? Paghi solo se vendi. Il rovescio della medaglia? La commissione è alta – senza dubbio, più alta del costo medio sostenuto con la strategia CPC.

Se sei alle prime armi con Hotel Ads, il consiglio è di iniziare con la strategia CPC. Questo ti darà modo di raccogliere una buona mole di dati per valutare, poi, se sia conveniente passare alla strategia a commissione (CPA).

Quanto costa Google Hotel Ads

Il costo dipende in gran parte da te e dai tuoi obiettivi di business. Rispetto alle campagne tradizionali su Google Ads (ex Google AdWords), in rete di ricerca o in Rete Display, le campagne Hotel hanno bisogno di offerte più alte per poter funzionare: in caso contrario, i tuoi annunci rischiano di venire oscurati da quelli degli altri inserzionisti – OTA e metamotori, quindi.

Come per le altre campagne a pagamento, nel tempo dovrai essere bravo a ottenere il migliori ritorno sull’investimento possibile. Detta in modo più semplice: dovrai regolare il budget delle tue campagne secondo l’andamento delle prenotazioni dirette.

Oltre al budget necessario per far funzionare le campagne, considera che il partner autorizzato potrebbe chiederti un compenso, una tantum o in altra forma, per l’integrazione del tuo booking engine con Google Hotel Ads.

Per concludere

Hotel Ads rende più semplice trovare nuovi ospiti per il tuo hotel. Fa per te se vuoi aumentare le possibilità di ricevere più prenotazioni dirette – se non hai una strategia per disintermediare, inizia a leggere da qui.

Molti albergatori si chiedono se, dopo aver avviato le campagne su Hotel Ads e aver ottenuto le prime prenotazioni, convenga spegnere le campagne tradizionali attive su Google Ads, in rete di ricerca o in Rete Display. Almeno per il momento, la risposta è negativa: se vuoi ottenere un buon volume di prenotazioni dirette, le campagne su Google Ads (ex Google AdWords) ti servono ancora. Per cui, devi trovare modo, e budget, per far convivere i due tipi di campagne.

L’ultimo consiglio? Se non hai nessuna esperienza con la pubblicità a pagamento su Google, meglio cedere il timone a un professionista: saprà senza dubbio trovare il miglior equilibrio fra costi e ricavi delle tue campagne, di qualunque tipo siano.