10 domande per scegliere la Web agency migliore per il tuo hotel

È vero: trovare la Web agency giusta per il tuo hotel può essere scoraggiante. Ce ne sono decine e decine, ormai, e tutte fanno a gara per prometterti i risultati più incredibili. Come orientarti in questa giungla? Quali sono le domande cui devi trovare una risposta prima di scegliere il partner migliore per il marketing online della tua struttura ricettiva?

Ne abbiamo raccolte 10 per aiutarti a prendere la scelta migliore per il tuo business.

1. La Web agency è specializzata nel mercato alberghiero?

Pare ovvio, ma non tutti ci pensano quando si tratta di scegliere il partner giusto per la propria presenza sul Web. Una realtà specializzata ti dà la garanzia di affidarti a persone che hanno già affrontato le sfide tipiche del tuo mercato.

Un’agenzia di questo tipo potrà proporti una soluzione su misura per il tuo hotel e saprà integrarla nella tua strategia di promozione: stagionalità, booking engine, OTA e tariffe non saranno più problemi, bensì risorse per migliorare il tuo business online.

2. L’agenzia mi propone un piano di Web marketing su misura per i miei obiettivi?

Molte agenzie offrono agli hotel una strategia di marketing online preconfezionata, senza tenere in minima considerazione le caratteristiche peculiari di ogni struttura ricettiva – destinazione turistica, livello di competizione, obiettivi, difficoltà e opportunità.

In barba alle esigenze del tuo hotel, queste agenzie non si discosteranno mai dal loro itinerario preimpostato. Al contrario, tu, che sei un albergatore saggio, dovresti affidarti a un partner che possa disegnare un piano di marketing online personalizzato, in modo da aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di vendita.

Ricorda: non esiste una soluzione universale per superare i tanti  ostacoli del mercato alberghiero.

3. Quanto tempo occorre per vedere i primi risultati?

È bene premettere che non esiste una risposta unica per questa domanda. Il tempo necessario dipende da almeno tre variabili:

  • quali sono i tuoi obiettivi di business;
  • in quali canali si concentra l’investimento del tuo budget;
  • la dimensione del budget riservato alle tue attività di marketing online.

Diffida da chi ti promette risultati strabilianti in una manciata di settimane. Chi si lancia in offerte simili ti sta solo dicendo quel che vuoi sentirti dire.

Dimentica il fatto che in questo mercato – e più in generale nel marketing – si possano ottenere riscontri buoni dal giorno alla notte. Serve tempo, pazienza e tanto impegno per impostare e sviluppare la strategia corretta per il tuo hotel.

Oggigiorno, puoi ottenere risultati in tempi stretti con le campagne a pagamento, per esempio su Google Ads (ex AdWords) e su Facebook Ads. Ma c’è il rovescio della medaglia: per funzionare, questi canali hanno bisogno di un budget congruo – non bastano poche decine di euro al mese.

4. Qual è il budget migliore per ottenere i risultati che desidero?

Anche se pagare prezzi alti non assicura sempre i risultati più brillanti, è pur vero che una disponibilità di denaro più elevata consente all’agenzia di imbastire una strategia di presenza online più completa. Questo si traduce in maggiori probabilità di raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Una strategia distribuita su più canali di marketing ti permette di intercettare i tuoi potenziali ospiti in tutte le fasi del processo di prenotazione, dalla scoperta all’acquisto nel tuo booking engine.

Cosa fare, quindi? Anzitutto, dovresti chiarire alla tua agenzia quali sono i tuoi obiettivi di business e qual è il budget che metti a disposizione per raggiungerli. Un partner valido dovrebbe poterti dire se il tuo budget sia commisurato ai tuoi obiettivi.

In presenza di un budget troppo risicato, la tua Web agency dovrebbe farti notare che non avrebbe senso disperderlo in troppi canali di promozione e che sarebbe meglio investirlo su quei pochi canali – o solo su quel canale – che potrebbero assicurare il rendimento migliore.

5. Dove dovrei investire il budget del mio marketing online?

Una volta chiariti gli obiettivi e definito un budget adeguato, è tempo di chiedersi come, e dove, investire il denaro. Come detto, se il budget è ridotto, non conviene frammentarlo in troppi canali. Di contro, non esiste nemmeno il canale magico che produrrà all’istante un enorme guadagno per il tuo hotel.

Fai attenzione a chi promette risultati con numeri incredibili. Se qualcuno sbandiera ai quattro venti ritorni sull’investimento con cifre mirabolanti, indaga più a fondo: chiedi in che modo l’agenzia calcola il ritorno sull’investimento.

6. Chi dovrà gestire gli strumenti di marketing?

È una domanda affatto banale. Chiarisci bene con la tua agenzia quali sono i suoi compiti e quali, nel caso, ricadranno sulle tue spalle. Ogni strumento di marketing, per far sì che ti dia i migliori risultati possibili, richiede competenze adeguate. Se l’agenzia tende a scaricare su di te le attività cruciali per la promozione del tuo hotel, meglio cambiare partner.

Chiediti se, per raggiungere i tuoi obiettivi, hai bisogno di un supporto completo per il marketing online del tuo hotel o se ti puoi accontentare di una serie di strumenti che potresti gestire anche tu. Da questa scelta dipende gran parte del successo della tua strategia di promozione.

7. Qual è la prima competenza dell’agenzia?

Si tratta di una realtà che sviluppa soluzioni tecnologiche, per esempio software per l’automazione delle campagne, o è specializzata nel marketing online? Molte agenzie offrono servizi di marketing online anche se il cuore del loro business è altro.

È vero: l’automazione è utile per raccogliere ed elaborare i numeri. Tuttavia, automatizzare del tutto le tue campagne di marketing non è mai una buona scelta: in tutti i casi, serve sempre il contributo della mente umana, l’unica vera “tecnologia” capace di aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

8. L’agenzia automatizza tutta la strategia di marketing online? In quale misura è previsto un intervento umano?

L’automazione serve per semplificare i compiti più ripetitivi e per ottimizzare i costi delle campagne di marketing. Ma tutto dovrebbe essere diretto dalla mente umana. L’elaborazione della strategia di Web marketing, la scelta del budget corretto, l’attivazione e la gestione dei vari canali dovrebbero essere tutte attività in capo a una o più persone in carne e ossa.

Una certa dose di automazione, per esempio nelle campagne a pagamento su Google, non può che giovare ai tuoi obiettivi di business. Guai, però, ad eccedere: il mercato alberghiero e il marketing online evolvono in modo rapido e non tutti i sistemi automatici sono in grado di tenere il passo del cambiamento.

9. Quali canali dovrebbero contribuire ad aumentare le prenotazioni dirette?

Un’agenzia affidabile dovrebbe spiegarti come ogni canale inserito nella tua strategia di marketing online contribuisca a raggiungere i tuoi obiettivi. È bene sapere che non tutti i canali di marketing potranno garantirti lo stesso volume di prenotazioni dirette. Per esempio, considera i social media: sono un ottimo veicolo per il tuo brand e come fonte di ispirazione per chi è alla ricerca di un’idea di viaggio. Tuttavia, il più delle volte, Facebook non genera un gran volume di prenotazioni nel tuo booking engine.

I social sono ottimi per gestire la reputazione online del tuo hotel, per comunicare con i tuoi ospiti e per condividere l’esperienza di soggiorno con un pubblico più ampio, capace di generare un passaparola utile nel medio-lungo periodo. Questo passaparola, poi, si tradurrà in una crescente popolarità per il tuo hotel, da intercettare con le campagne a pagamento nei motori di ricerca, per convertirla in prenotazioni dirette.

10. Di chi sono i beni digitali del mio hotel?

Per beni digitali intendiamo tutti gli strumenti usati nella strategia di Web marketing del tuo hotel – sito Web, dominio, caselle di posta, account e pagine social varie, Web analytics ecc.

Tutti questi beni dovrebbero essere sempre di tua proprietà: nel caso in cui cambiassi agenzia, insomma, tutto dovrebbe restare a te. Non sempre, però, succede. Se vuoi andare sul sicuro, accertati che nel contratto firmato con la tua agenzia sia dichiarato nero su bianco che tutti gli asset digitali siano di tua proprietà.

Il caso più spinoso è un sito Web realizzato con un sistema di gestione dei contenuti (CMS) proprietario, vale a dire sviluppato dall’agenzia. Nel caso in cui decidessi di cambiare partner, cosa succederebbe al tuo sito? Potresti trasferirlo in un altro server e continuare ad aggiornarlo come hai sempre fatto?

Leggi anche: Come gestire e proteggere i beni digitali del tuo hotel.

Per concludere

Non sempre cambiare agenzia vuol dire ripartire con una strategia di marketing online nuova di zecca. Tuttavia, considera che il tuo nuovo partner avrà bisogno della giusta dose di tempo per:

  • capire cosa sia stato fatto fin lì
  • conoscere il business del tuo hotel
  • elaborare una strategia valida per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Questo periodo di transizione è sempre necessario. Una volta trovata l’agenzia che fa al caso tuo, quella che conosce tutto della tua struttura ricettiva e che soddisfa appieno le tue aspettative, augurati di non perderla: la partnership sarà un investimento che si ripagherà nel medio-lungo termine.

Liberamente tratto da Top 10 Questions Hoteliers Should Ask Before Hiring A Digital Marketing Agency.