Come conquistare la prima posizione su Google con il tuo hotel

Tappeto rosso

Ci hai mai fatto caso? Cerca su Google la parola hotel e il nome di qualunque città. Noterai che la disposizione degli elementi nella pagina dei risultati di ricerca è sempre lo stesso: in alto, gli annunci a pagamento delle campagne AdWords; più in basso, il box con i tre risultati estratti da Google Maps (local pack o local box); scendi ancora con la rotellina del mouse e vedrai i risultati non a pagamento.

Insomma, la prima fonte di visibilità non a pagamento su Google per il tuo hotel ha a che fare con i risultati della ricerca local.

Hotel a Milano su Google

Sempre più spesso, il primo punto di contatto degli utenti su Google con il tuo hotel è la pagina business di Google Maps; è grazie alle informazioni contenute in questa pagina che il tuo potenziale ospite si fa una prima idea della tua struttura ricettiva.

Entrare in uno dei tre posti disponibili nel local pack non è sempre semplice – ma non è nemmeno impossibile. Tutto sta nel conoscere i fattori che determinano il posizionamento della pagina business del tuo hotel su Google.

Leggi anche: 5 errori da evitare per posizionare il tuo hotel su Google.

Nelle prossime righe, ti spiegheremo su quali elementi lavorare per migliorare la visibilità della tua pagina nei risultati del motore di ricerca.

I fattori di posizionamento delle pagine business

Ogni anno, Moz pubblica il Local Search Ranking Factors, un sondaggio realizzato fra gli esperti di local SEO per capire quali sono i fattori che incidono sul posizionamento di siti e pagine business nei risultati di ricerca di Google.

Nell’edizione 2017 del sondaggio, i fattori che contano per posizionare la tua pagina business nel local pack sono questi (ordinati per importanza):

Segnali della pagina business

Con Google My Business crei e modifichi i contenuti della pagina business del tuo hotel. È importante che tutti i campi della tua pagina siano completati in modo corretto ed esaustivo:

  • scrivi il nome ufficiale della tua struttura ricettiva, ma evita di inserirci delle parole chiave, come il nome della tua località – se la località non rientra nel nome ufficiale della tua struttura ricettiva, per Google stai facendo spam;
  • scegli la categoria più appropriata;
  • indica l’indirizzo esatto della tua struttura ricettiva, il numero di telefono e il sito Web – è importante che tutte queste informazioni siano coerenti rispetto ai dati indicati nel tuo sito e in qualunque altra fonte online;
  • posiziona con precisione l’indicatore della tua sede sulla mappa;
  • inserisci gli orari di apertura;
  • pubblica delle foto di ottima qualità, in alta risoluzione, di tutti gli ambienti del tuo hotel – chi le sfoglierà, dovrà avere un’idea precisa di quel che troverà nella tua struttura ricettiva (camere, ambienti interni ed esterni, servizi).

Nota a margine. Fino ad agosto 2016 era disponibile anche il campo Presentazione/Descrizione. Al posto del testo di presentazione scritto dal gestore della pagina business, ora compare sempre un “riassunto editoriale”, compilato dallo staff di Google.

Oltre a questi elementi, il posizionamento della tua pagina business dipende dalla prossimità, ossia dalla vicinanza del tuo hotel rispetto alla località indicata nella ricerca su Google. Un esempio? Se l’utente cerca b&b milano navigli, è improbabile che Google risponda con una serie di risultati locali focalizzati sulle strutture ricettive disponibili a 50 metri dal Duomo.

Ovviamente, la prossimità è un fattore su cui non puoi intervenire: se il tuo hotel è in periferia, non puoi pretendere di comparire nei risultati local di chi su Google ha cercato un albergo nel centro storico.

Leggi anche: Come creare la pagina business del tuo hotel su Google.

Segnali dei link

Credevi che per ottenere un buon posizionamento nel local pack bastasse lavorare sui contenuti della tua pagina business? Spiacenti di deluderti, ma non è così facile.

La visibilità del tuo hotel nel local pack dipende anche da una serie di fattori “esterni”. In soldoni, questo vuol dire che non puoi esulare da una buona attività SEO per il sito del tuo hotel. Sappiamo che la popolarità di un sito su Google dipende anche dai link che riceve in ingresso. Ergo, ottenere tanti buoni link, da siti pertinenti, collegati con parole contenenti il nome della località per cui vuoi essere visibile su Google, è un toccasana anche per la visibilità della tua pagina business nei risultati del motore di ricerca.

Segnali on-page

Come anticipato poco sopra, è fondamentale che ci sia coerenza fra i dati pubblicati nel tuo sito e quelli inseriti nella tua pagina business. Il nome ufficiale del tuo hotel, l’indirizzo, il numero di telefono e il sito Web devono corrispondere; l’incoerenza di queste informazioni potrebbe costarti cara in termini di visibilità nel local pack e, in generale, nei risultati di ricerca su Google.

In più, assicurati che il tuo sito sia stato ottimizzato per parole chiave contenenti il nome della tua località. In questo caso, meglio scegliere parole chiave precise, anziché generiche – quindi, invece di ottimizzare la home del tuo sito per un generico “hotel milano”, sii più specifico, per esempio “hotel milano navigli via ponti”.

Citazioni

Per calcolare la popolarità del tuo hotel, oltre ai link in ingresso al tuo sito, Google usa tanti altri segnali. Per esempio, le citazioni della tua attività nelle altre fonti online. Pagine Gialle, siti e portali turistici, directory più o meno specializzate: il tuo hotel dovrebbe comparire in tutti quei siti che un utente potrebbe visitare se desiderasse soggiornare in un albergo come il tuo. Anche se questi siti non ti offrono la possibilità di inserire un link al tuo sito, non importa. Quel che conta, ancora una volta, è che le informazioni inserite siano coerenti rispetto a quelle disponibili nel tuo sito e nella tua pagina business.

Recensioni

Sì, anche le recensioni degli utenti determinano la visibilità della pagina business del tuo hotel su Google. In primis, ci sono le recensioni pubblicate nella tua pagina dagli utenti che hanno eseguito l’accesso con il loro account Google.

Attenzione, però, a ignorare le recensioni contenute nei siti terze parti, ossia quelle inserite nei vari portali – Booking.com, Expedia, Hotels.com, per esempio. Google calcola la popolarità del tuo hotel anche grazie alle recensioni di queste fonti.

Cosa conta? Il numero di recensioni. Il loro punteggio medio. La frequenza delle recensioni – ricevere tante recensioni, diluite nel tempo, è sempre una buona cosa.

Piccola parentesi. Pochi giorni fa, Google ha confermato la pubblicazione di un nuovo formato per le recensioni contenute nelle pagine business degli hotel.

Comportamento degli utenti

Quante volte gli utenti cliccano sulla tua pagina business rispetto al numero di visualizzazioni della stessa nei risultati di ricerca su Google. Questo parametro si chiama CTR (Click Through Rate) ed è una delle variabili che conta per la visibilità del tuo hotel nel local pack. Allo stesso modo, è importante quanti utenti, da mobile, cliccano sul pulsante “Chiama” disponibile nella tua pagina business (click-to-call), quanti consultano le indicazioni stradali per raggiungere la tua sede e quanti cliccano il bottone per visitare il tuo sito Web.

Personalizzazione

Sull’ordine dei risultati nel local pack, come quello degli altri risultati della ricerca su Google, indice anche la cronologia delle ricerche e dei siti visitati, nonché la posizione fisica dell’utente – tratta dall’indirizzo IP o da una combinazione di GPS, celle telefoniche e Wi-Fi. Questo vuol dire che l’ordine dei risultati della ricerca su Google, e nel local pack, può cambiare (e spesso cambia) da utente a utente.

Segnali social

Fra tutti i segnali inclusi nel sondaggio di Moz, questi sono quelli indicati come meno rilevanti. Tuttavia, la popolarità del tuo hotel su Google ha a che fare anche con le tue attività sui social – Facebook e Twitter, per esempio. Un buon numero di interazioni con chi ti segue nei tuoi canali social, una pagina Facebook aggiornata e curata e un account Twitter con retweet e menzioni sono sempre un buon biglietto da visita per la tua attività.

Come vedi, un semplice risultato di ricerca dipende da tanti fattori. Su alcuni hai la possibilità di intervenire in modo diretto; su altri, hai le mani legate. Se vuoi approfondire il posizionamento nei risultati di ricerca locale su Google, ti consigliamo anche questo articolo della guida ufficiale di Google My Business.