Last Minute + Mobile = Last Trend

Il ricorso ai Last Minute è diventato per molti viaggiatori la consuetudine di acquisto delle loro vacanze. Per quanto riguarda l’utilizzo del mobile i dati delle numerose ricerche non fanno altro che testimoniarci come questi strumenti abbiano profondamente cambiato le nostre abitudini di lavoro, di socializzazione e di viaggio!

L’accoppiata Last Minute + Mobile a detta di molti condizionerà i futuri Trend del Turismo!

Il termine last minute è nato nel 1938, quando la Panair statunitense lo adoperò per indicare i posti a sedere invenduti e offerti, di conseguenza, a prezzi ribassati.

Oggi la sostanza del significato è pressoché rimasta immutata, ma il suo utilizzo è stato decisamente ampliato. Non solo viaggi aerei, ma tutto quanto riguarda l’offerta turistica!

Poi c’è stato Internet che ha consacrato il successo del Last Minute distorcendone spesso l’utilizzo a tutto ciò che viene venduto con forte sconto. Quindi non solo viaggi acquistati pochi giorni prima!!!

Una recente inchiesta pubblicata da Google UK mostra chiaramente che le ricerche di last minute relative a vacanze, biglietti aerei e soggiorni in hotel denotano un solido e duraturo trend di crescita nel Regno Unito. Ancora più significativo risulta il fatto che tali ricerche siano sempre più effettuate da dispositivi mobili.

Sebbene il comportamento dei consumatori europei non sia sempre correlato a quello dei consumatori del nord america dove il mobile sta “spopolando” risulta evidente che l’industria del turismo debba prendere in seria considerazione questi dati. Secondo Google UK infatti:

  • nel Q3 2012 (terzo quadrimestre 2012) il  33%  delle ricerche online di soggiorni sul totale del volume è transitato da device mobile. Il dato risulta superiore del 25% rispetto al quadrimestre precedente e del 5% rispetto all’anno precedente (Q3 2011)
  • la ricerca di last minute da terminale mobile relativa a soggiorni in hotel a gennaio 2012 è risultata superiore del 79% rispetto al picco registrato nel 2011. A giugno 2012 il dato ha superato quanto registrato l’anno precedente di addirittura un 411%. Durante gli stessi periodi di osservazione, per contro, le medesime ricerche effettuate da desktop sono diminuite del 37% e del 79% rispettivamente.
  • risultati analoghi sono stati osservati nelle ricerche riferite a “pacchetti vacanze last minute”, dimostrando chiaramente lo spostamento da desktop a mobile delle ricerche riferite alle categorie legate al turismo, dell’ultimo minuto e non solo.

Si può quindi parlare di una realtà che si sta sempre più affermando con ritmi di crescita davvero impressionanti: il Mobile Travel!

Ne avevamo già parlato di recente nel post Come i social influiscono sulle nostre vacanze, il mobile si presta all’attività social poiché permette di condividere in tempo reale le esperienze di viaggio.

Una recente inchiesta realizzata da PC Housing ha messo drammaticamente in evidenza come nei “business travelers” sia nata una vera e propria “dipendenza” dal dispositivo mobile. Ecco la prima e la seconda parte dell’infografica:

Mobile dependency infographic, part I

 

Mobile dependency infographic, part II

La seconda parte dell’infografica risulta divertente e triste al tempo stesso. Sapevate che il 75% dei viaggiatori business usano lo smartphone mentre stanno alla toilette? 😉

Insomma chi usa quotidianamente gli strumenti della tecnologia tende e tenderà sempre più ad utilizzarli per organizzare i propri viaggi d’affari e non. Di questo le OTA si sono accorte e per questo stanno investendo nello sviluppo delle piattaforme di vendita mobile.

Il trend? I viaggiatori 2.0 sono sempre più fanatici della tecnologia e schiavi della connessione… e sono sempre alla ricerca di una presa di corrente (aggiungo io)!